THE INCREDIBLE SHADOWS OF STROK

Un bellissimo murales spicca sulla facciata di una scuola elementare, i cui protagonisti sono, e non poteva essere altrimenti, dei bambini insieme alle loro lunghe ombre. Il tutto realizzato in modo incredibilmente realistico ed eccezionalmente tridimensionale. Il murales 3D è frutto dell’idea e della splendida mano dell’artista norvegese Anders Gjennestad, anche conosciuto come Strok , per la prima volta all’opera nel nostro Paese, più precisamente nel pieno centro di Gaeta, rinomata località balneare in provincia di Latina, e la scuola in questione è la “Virgilio”.

Il suo lavoro è stato oggetto di grande curiosità e trepidante attesa, da parte degli esperti del settore e non solo. L’artista utilizza una particolare tecnica di stencil in 3D, grazie alla quale riesce a realizzare dei giochi ottici molto efficaci come, in questo caso, quelli prodotti dalle ombre delle figure dipinte. Strok ha dimostrato grande abilità nel lavorare con la luce e con le ombre delineando spazi illusori i cui protagonisti, in questo caso bambini, sembrano ergersi con forza. Anders Gjennestad, classe 1080, nasce a Arendal in Norvegia, ed è famosto grazie alle sue creazioni estremamente realistiche, ottenute grazie allo stencil in bianco e nero, e le mille sfumature di grigio che raccontano effetti della luce su maglie, pantaloni, felpe e cappelli.

Un abbigliamento studiato in maniera maniacale che definisce l’appartenenza dell’individuo ad un mondo e ad una generazione. Attualmente Strøk vive e lavora tra Berlino e Oslo, le città che hanno ospitato le sue esposizioni più importanti.Con l’introduzione dell’ombra, lo stencil di Strok supera la componente bidimensionale del muro e apre a uno spazio di piccoli mondi visti dall’alto in cui figure umane, mai a volto scoperto, animano la vita di strada. I soggetti sono presi dalla contemporaneità di un universo giovane e ribelle che si muove, si sposta e non resta mai fermo.

Stands a beautiful murals on the facade of a primary school, whose protagonists are, and could not be otherwise, of children along with their long shadows. All made incredibly realistic and exceptionally three-dimensional. The murals 3D is the result of the idea and the beautiful hand of the Norwegian Anders Gjennestad, also known as Strok, for the first time to work in our country, more precisely in the center of Gaeta, popular seaside resort in the province of Latina , and the school in question is the “Virgilio”. His work was the subject of great curiosity and anxiously awaiting, from the experts in the industry and beyond.

The artist uses a particular technique of stencil in 3D, thanks to which fails to realize the optical games very effective as, in this case, those produced by shadows of the painted figures. Strok has shown great ability to work with light and shadows outlining illusory spaces in which the protagonists, in this case children, seem to rise strongly. Anders Gjennestad, born 1080, was born in Arendal in Norway, and it is thanks to his creations famosto extremely realistic, obtained thanks to the stencil in black and white, and the many shades of gray that tell the effects of light on T-shirts, pants, sweatshirts and hats . Clothing studied maniacally that defines the membership of the individual in a world and a generation.

Strok currently lives and works in Berlin and Oslo, the city that hosted his exhibitions more importanti.Con the introduction of the shadow, the stencil of Strok exceeds the two-dimensional component of the wall and opens up a space of little worlds seen from ‘ where high human figures, never face uncovered, enliven the street life. The subjects are taken from the contemporary world of a young rebel who moves, shifts and never stays still.