Andrea Baruffi

andrea baruffi

È l’America la patria artistica di Andrea Baruffi. Nelle sue tele si respirano le atmosfere degli anni ’40 e ’50.
Baruffi narra di un’epoca dall’allure inconfondibile, la stessa dei film di Gene Cally o Frank Capra.
Il pittore diventa regista e gira le scene, in bianco e nero o a colori. Luoghi immobilizzati dalle reminescenze Hopperiane.
Anche l’ispirazione per Baruffi è marchiata Usa perché è ad Edward Hopper, grande maestro del realismo americano,
che dichiaratamente si ispira nella realizzazione dei suoi quadri. I soggetti spesso sono gli stessi che furono cari
al suo predecessore: dai distributori di benzina, ristoranti, sino alle stazioni e alle semplici scene di strada

[pexcarousel pex_attr_cat=”1488″ pex_attr_spacing=”true” pex_attr_orderby=”date” pex_attr_order=”DESC”][/pexcarousel]

[pexblogposts pex_attr_title=”Articoli / Eventi” pex_attr_cat=”1488″ pex_attr_layout=”columns” pex_attr_columns=”2″][/pexblogposts]

X