IL BIZZARRO SENSO DELL’UMORISMO di Paco Pomet

Visioni stravaganti e ironiche quelle dell’artista spagnolo Paco Pomet classe 1970, le cui opere rispecchiano il suo bizzarro senso dell’umorismo. Dipinti ad olio che contengono sempre un dettaglio strano e divertente, il paesaggio rimane punto di partenza nel quale l’artista inserisce particolari destabilizzanti, che conferiscono alle sue immagini un aspetto surreale.

Il soggetto nelle sue opere si scompone e si trasforma in un elemento totalmente nuovo, lasciando spazio a visioni oniriche e nuovi paradossi visivi. Si tratta di dipinti in bianco e nero, che sembrano documenti storici o vecchie foto di vacanze, resi ancora più sorprendenti da un surreale particolare colorato. Osservandole attentamente si scopre qualcosa che non quadra, quel particolare che rende la scena irreale. Compaiono infatti uomini coccodrillo o pecore che si lavano le mutande e via dicendo, ma quello che davvero stupisce è che non si tratta di fotografia, bensì di pittura ad olio.

Non dimentica dunque la storia, a cui rimane legato soprattutto nell’utilizzo di una tecnica pittorica così antica, paesaggi ben strutturati e prospettive assolutamente regolari vengono però resi strani da piccoli e determinanti dettagli, linee colorate, o soggetti fuori dal comune. Al classico dipinto d’arte figurativa si unisce dunque una vena giocosa in cui vintage, collages e fotomontaggi  hanno ruolo fondamentale. Le sue opere non possono che essere apprezzate e proprio per questo sono numerose le mostre dell’artista in Danimarca, Spagna e Stati Uniti.

 paco2

paco3

 paco1

paco